NEWS ED EVENTI

Formazione gratuita dalla Regione Puglia   

Con l'Avviso 4-2016 vengono messi a disposizione delle impresedi ogni settore merceologico ( ad esclusione di quelle di tipo A della classificazione Ateco 2007), aventi sede o unità operative nella stessa regione, contributi a fondo perduto per la organizzazione e gestione di corsi di formazione rivolti ai titolari ed ai propri dipendenti.

Beneficiari delle attività formative sono:

  • i lavoratori dipendenti a tempo indeterminato o determinato, compresi i soci di imprese cooperative con rapporto di lavoro subordinato
  • gli apprendisti, purchè la formazione  impartita si aggiuntiva rispetto a quella prevista dal contratto e dalla normativa vigente
  • lavoratori dipendenti in CIG/CIGS ( per i lavoratori in cassa integrazione a zero ore bisognerà allegare il piano di rientro)

L'attività formativa può essere rivolta ad un numero di lavoratori non inferiore a 5 e potrà essere erogata ( per un max del 40%) anche in modalità FAD sincrona o asincrona ( solo per micro e piccole imprese).

Le domande potranno essere presentate - fino ad esaurimento risorse ed esclusisvamente per via  telematica - a partire dal 11 luglio 2016.

I professioni della SIQUAM , in collaborazione con l'ente di formazione accreditato presso la Regione Puglia, sono a vs. disposizionequalora foste interessati a ususfruire dei benefici secondo quanto descritto sul programma.

Per informazioni potete contattarci ai seguenti recapiti:

Tel 0836/312087

E-mail: formazione@ssconline.it

Mobile 329/5620135-3201504553

Scheda di presentazione avviso

 

 

 

Settembre 2015

NUOVA MISURA INVITALIA    

La nuova misura invitalia si rivolgerà a micro e piccole imprese costituite da non più di 12 mesi, o non ancora costituite, partecipate da giovani fino a 35 anni di età.

L’intervento prevederà una concessione di un finanziamento a tasso zero per investimenti sino a 1,5 milioni di euro con un cofinanziamento da parte del soggetto beneficiario pari al 25% dell’investimento, Il finanziamento dovrà essere restituito in otto anni.

Finanziabili le spese relative a : suoli, fabbricati; macchinari, impianti attrezzature; programmi informatici; brevetti , licenze e marchi, consulenze specialistiche, formazione dei soci e dei dipendenti.

Le attività attinenti: produzione beni settore industria, artigianato,trasformazione prodotti agricoli; erogazione di servizi; commercio e turismo; fruizione di bene culturali.

Clicca qui

 Sicurezza: Modificato il campo di applicazione del Titolo IV sui cantieri. 

Informiamo che, a seguito della infrazione mossa dalla Comunità Europea circa il corretto recepimento della normativa sulla sicurezza, è’ stato modificato il campo di applicazione delle disposizioni del Titolo IV, “Cantieri temporanei o mobili”, Capo I, del decreto legislativo n. 81/2008es.m.i.,cosiddetto“Testo unico della Sicurezza”.

Con la legge n. 115/2015, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale n.178 del 3 agosto 2015, si è tornati alla previgente formulazione delle attività di cui alla lettera g-bis) dell’articolo 88, comma 2, del Testo Unico, alle quali non si applicano le norme del suddetto Titolo IV, Capo I.
In particolare, il Capo I, contenente le misure per la salute e sicurezza nei cantieri temporanei o mobili, a partire dal 18 agosto 2015 (data di entrata in vigore della legge n. 115/2015) non si applica,tra gli altri,esclusivamente:

«g-bis) ai lavori relativi a impianti elettrici, reti informatiche, gas, acqua, condizionamento e riscaldamento che non comportino lavori edili o di ingegneria civile di cui all'allegato X».
La vecchia formulazione consentiva agli operatori economici di fuoriuscire da ogni tipo di controllo, dal momento che l’esclusione dal campo di applicazione dei piccoli lavori di durata presunta non superiore a dieci uomini-giorno, permetteva al committente e/o all’affidatario di non effettuare la verifica dell’idoneità tecnico professionale delle imprese esecutrici.
Con la nuova formulazione tutti i lavori edili, a prescindere dalla loro entità, rientrano nel campo di applicazione del Capo I del Titolo IV.  

Fonte: Confindustria Pistoia

Clicca qui
 

AGGIORNAMENTO DELLA BANCA DATI DEI PRODOTTI FITOSANITARI         

A seguito dell’entrata in vigore del Regolamento (CE) n. 1272/2008 in materia di classificazione, etichettatura e imballaggio delle sostanze e delle miscele, questa Amministrazione ha provveduto al caricamento, nella banca dati dei prodotti fitosanitari, delle etichette adeguate al citato Regolamento.

Le etichette autorizzate secondo la normativa precedente (D.Lgs n. 65/2003 e successive modifiche) rimarranno pubblicate fino al 31 maggio 2017, termine ultimo previsto dalla norma comunitaria per lo smaltimento delle scorte.

Per i prodotti fitosanitari per i quali le imprese titolari non hanno presentato l’adeguamento al Regolamento, rimangono valide le etichette già pubblicate fino al 31 maggio 2017, termine previsto per lo smaltimento scorte. Pertanto a partire dal 1° giugno 2017 tali prodotti non saranno più commercializzati

Share